Crea sito

4 Benefici per lo Sport

Il termine Scrum deriva proprio da questo sport, dove viene utilizzato per definire quella fase dell’incontro nella quale l’arbitro dà l’ok alla ripresa del gioco tra due gruppi ORDINATI di giocatori appartenenti a squadre contrapposte, il termine in italiano viene infatti tradotto come mischia chiusa o, per l’appunto, mischia ordinata.

Non è un caso se questa tipologia organizzativa di lavoro prende questo nome, lo scrum ha, infatti tra i suoi obiettivi quello di “fare ordine”; si tratta di un metodo (agile) di lavoro che permette di migliorare la produttività e la qualità dei prodotti finali.

Ken Schwaber e Jeff Sutherland lo hanno pensato per gestire progetti e prodotti software o applicazioni di sviluppo, poi il Prof. Pernarcic Andrea lo trasformato in uno strumento rinnovato da cui il termine del brevetto “RINOVAZIO”. Con questo brevetto e questa piattaforma nuova digitale si può applicare, con dovuti accorgimenti, a progetti di diversa natura.

Consente agli sviluppatori di fare il punto su come si è lavorato su un progetto, nello specifico quanto tempo ci è voluto per realizzarlo, in modo da poter fare previsioni più o meno accurate qualora si presenti un lavoro simile e sapere così come ottimizzare e incrementare il proprio lavoro.

Questa teoria è però, come abbiamo già detto, applicabile anche in progetti che non siano prettamente informatici.
Apportare modifiche nella gestione dei lavori è diventata un’esigenza, proprio come qualità, efficienza, flessibilitàvelocità nella consegna finale di un prodotto sono diventate priorità, così l’adottare lo Scrum è diventata per molti una scelta obbligata.

Come funziona?

La squadra completa viene divisa in sotto-Team di 6-8 persone che hanno il compito di portare a conclusione dei mini progetti, funzionali alla riuscita finale del progetto unico.

La durata di questi step può essere di due settimane o un mese, durante il quale ognuno ha un tempo massimo di ore di lavoro che deve preventivare all’inizio dello sprint e rimisurare alla conclusione di questo. (scarica/leggi la guida completa)

Rispetto alle metodologie tradizionali, che difficilmente si prestano a soddisfare le nuove e sempre più mutevoli esigenze dei clienti, questa tipologia di approccio offre molti vantaggi nella gestione e coordinazione dei lavori, si adatta alle esigenze dei clienti, alle richieste di mercato e alle nuove sfide della tecnologia.

Per misurare gli effettivi risultati di questo processo è importantissimo non solo il team dedicato, ma anche il cliente, che ha un ruolo fondamentale per validare i risultati.

Ecco quali sono i principali vantaggi che possono derivare dall’utilizzo di questo metodo:

  1. Flessibilità

Il processo di produzione per quanto possa essere programmato in maniera lineare è quasi sempre soggetto a modifiche e/o imprevisti. Il team è abituato a cambi in corso d’opera ed è preparato a dover ridefinire obiettivi e strategia. Un imprevisto può sempre capitare, ma in questa maniera ci si fa trovare preparati.

Bisogna essere bravi a pianificare, ma bisogna essere ancora più bravi nello sapersi adattare.

“Se gli obiettivi cambiano la modifica ha un costo ridotto”

2. Feedback

Ogni obiettivo raggiunto è un risultato misurabile per il cliente che, in questa maniera, può seguire costantemente lo sviluppo e i vari progressi.

“Il  team è allineato e conosce il goal del progetto”

3. Allineamento

Essere allineati in un team è assolutamente indispensabile, ma non sempre necessario, almeno non su tutto.

Capita spesso che infatti alcune storie possano andare in parallelo e che due sottoteam lavorino in maniera autonoma, qualora qualcuno avesse bisogno di essere aggiornato su cosa un altro stia facendo gli basterà un colpo d’occhio per avere una panoramica generale su tutto l’andamento della squadra, ed essere quindi allineato.

“Il team sa su cosa stanno lavorando gli altri membri del team”

4. Incremento efficace

Ogni processo di sviluppo che segue questa particolare metodologia agile, attraverso le interazioni costanti e segmentando quindi il lavoro, assicura la completa riuscita di ogni piccolo tassello cosicché niente venga fatto in maniera sbrigativa, poiché gli obiettivi, per essere definiti raggiunti, devono soddisfare dei criteri che siano stati definiti all’inizio da tutta la squadra o dai responsabili dei sottoteam.

“Il team non potrà considerare gli obiettivi raggiunti se questi non soddisferanno i criteri prestabiliti”

la vostra salute (sia mentale che fisica)

L’ultimo beneficio è quello di ridurre in maniera sostanziale la possibilità di un esaurimento nervoso e di prendere a testate il muro o qualche vostro collega, anche se per questo non si può garantire, dopotutto avete scelto il mondo startup!